Chiara Corbella Petrillo esempio di santità e amore per le famiglie

“Il tuo compito è nutrire la tua vita affinché gli altri diventino santi”, le parole che hanno guidato la vita di Chiara. Scrivo di lei in questo post perché il suo esempio possa replicarsi nei nostri cuori.

Ci vuole un po’ di coraggio per parlare di lei, di un esempio di santità dei nostri giorni. Mi sono imbattuta per caso nella sua storia da qualche settimana e il pensiero di lei, il suo esempio, ancora non mi abbandona. Spero a questo punto che possa accompagnarmi per sempre.

Siamo nate nello stesso anno, il 1984, e questa cosa mi induce a fare un parallelismo. Mi induce a confrontare la sua fede con la mia, la sua anima con la mia, la sua forza con la mia, a vedere la sua travolgente dolcezza segno d’amore…

Chiara è una madre che nel 2009 ha portato avanti una gravidanza sapendo che la sua bimba era affetta da anencefalia. La piccola Maria Grazia Letizia dopo la nascita vivrà infatti soltanto per 30 minuti. Minuti di gioia pura per Chiara e per il marito Enrico.

Chiara è una madre che nel 2010 ha portato avanti una seconda gravidanza sapendo che il suo bimbo era malformato e privo degli arti inferiori. Anche lui, Davide Giovanni, muore poco dopo la nascita e metterlo al mondo, conoscerlo, è per i genitori una immensa gioia.

Chiara è una madre che nel 2011 dà alla luce il suo terzo figlio, Francesco, rinunciando in parte alle cure dopo aver scoperto di avere un tumore, del quale morirà nel 2012. Ma per Chiara morire non era un’opzione possibile. Per lei “siamo nati e non moriremo mai più” perché “Dio non ci toglie nulla, l’eternità è già adesso”.

Chiara ha testimoniato che la vita è un dono ed è stata un esempio di santità che, a pensarci, può essere alla portata di ciascuno di noi. E’ sufficiente accogliere il messaggio d’amore di Dio. Come testimonia il marito Enrico e chiunque l’abbia conosciuta, “Chiara non è una donna coraggiosa, Chiara è una donna che si è lasciata amare”. Semplicemente “se ci si lascia amare dal Signore si può avere tutto” e godere pienamente ogni istante e il tempo che ci è dato per stare insieme, anche se poco.

Quanto è radicale questo messaggio? E quanto è semplice allo stesso tempo?

E’ appena iniziato il processo di beatificazione di Chiara e la cosa meravigliosa è che di questo esempio di vita in santità io posso davvero conoscere tutto oggi, subito, perché di lei ci sono scritti, video, fotografie, cose che dei santi del passato molto spesso non esistono. Di lei posso assaporare davvero il messaggio senza pensare che sia troppo lontano da me…

Grazie Chiara perché sei stata testimone d’amore e lo hai fatto perché tutti potessimo diventare santi.

www.chiaracorbellapetrillo.it.

 

Smile

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace questo Blog? Allora parla di me in giro! :)