Non riesco a rimanere incinta: cosa posso fare?

Se non riesci a rimanere incinta non è detto che ci sia un problema. Intanto segui i consigli della dott.ssa Granato, biologa della riproduzione, che puoi leggere in questo post.

Chiara Granato per ithappensNon avere fretta di diventare madre. Se esiste un problema reale (e questo è tutto da dimostrare) occorre tempo e metodo per superarlo. Intanto non farti prendere dal panico. La paura, l’ansia, i pensieri negativi rischiano di rendere tutto più difficile.
Abbiamo già iniziato a conoscere Chiara Granato, la nostra amica esperta in riproduzione (clicca qui per leggere il post precedente). In questo post affrontiamo per punti i suoi primi consigli da seguire se non riesci a rimanere incinta.

Verificare casi di familiarità

Prima di tutto cerca di scoprire se nella tua famiglia (ascendenti in linea retta o collaterale, parenti e affini dell’altro coniuge) con il maggior livello di estensione possibile, sono presenti casi di malattie genetiche, di menopausa precoce, di aborti ricorrenti, o casi di infertilità. Molte volte queste problematiche vengono comprensibilmente tenute riservate anche agli stessi familiari. Ciò rende impossibile prevedere, nella fase di indagine, soluzioni mirate. Se vieni a conoscenza di queste informazioni avvisa subito il tuo ginecologo.

Dedicarsi al proprio benessere

Ritaglia per te un’ora al giorno da dedicare alla salute del tuo organismo. Non serve dotarsi di tute con inserti catarifrangenti, contapassi o bracciali cardiofrequenzimetri per prendersi cura di sé. Basta anche solo camminare per un’ora al giorno, regolarmente e preferibilmente nelle prime ora del mattino, per migliorare lo stato di salute dell’organismo e migliorare la fertilità. Ci sono donne che prendono troppo seriamente qualche chilo di troppo e tendono a praticare sport con eccessivo impegno. Consumare depositi di grasso troppo velocemente può essere persino dannoso per le funzioni dell’ovaio.

Curare l’alimentazione

Un’alimentazione controllata e ricca di antiossidanti migliora la qualità degli spermatozoi e degli ovociti e contribuisce a proteggere la fertilità. L’ideale è seguire la dieta mediterranea. Tanta frutta e verdura, cereali e legumi, pesce, pochi zuccheri, pochi cibi grassi e perché no, un buon bicchiere di vino ad accompagnare il pasto non può che essere di giovamento alla salute psicofisica (condizione essenziale per la fertilità).

Non fumare e non bere alcolici in eccesso

Elimina completamente il fumo e non eccedere con le bevande alcoliche e i super-alcolici. Molti dati, in letteratura, confermano come il fumo e l’alcol incidano negativamente sulla funzionalità dell’ovaio e sulla riserva ovarica.

Leggere e distrarsi

Infine, ma non da ultimo, leggi. La lettura distrae, appassiona, commuove, genera sentimenti positivi sia che si tratti di narrativa sia che si tratti di saggistica, classici o romanzi contemporanei.

Ritrovare l’intesa con il proprio partner

Fare l’amore con il proprio partner dopo essersi prese cura di sé è estremamente più gratificante per entrambi, l’importante è non pensare a nient’altro che ai momenti che si stanno vivendo. Solo riprendendo la routine quotidiana con una ritrovata intesa di coppia ed un evidente giovamento psicofisico potrai affrontare, con maggiore serenità, il progetto di un bimbo scegliendo di superare gli eventuali problemi di infertilità con il supporto e la guida di medici esperti.

Continuate a seguire la dott.ssa Chiara Granato sul suo sito www.chiaragranato.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace questo Blog? Allora parla di me in giro! :)